Prose

Trentuno agosto

C’era attesa e silenzio. Braccia impreparate ad accogliermi, una casa che non era la mia ad attendermi. Non lo ricordo, ma posso immaginarlo…

Prose

Sollievo

Sto scrivendo perché non ho voce, l’ha risucchiata il silenzio da cui provengo e a cui ritorno per attutire gli urti. E io sono asfissiata da questa stanza, mi soffocano…

Prose

Fine

Quando ero bambina mi piaceva andare a scuola, collezionavo regali per la tua festa che non ti ho mai dato. Tu non c’eri. Non ci sei. A chi mi chiede…

Prose

Perturbazione

Chi sono io? Sono il centro di questo penoso spettacolo: pessima attrice, cantante muta, musicista senza mani, danzatrice dalle gambe rotte. Il desiderio limitato dall’incompletezza, la passione soffocata dall’incapacità. Sono…