Prose

Dove andrò

Scena buia. Voce nel buio. L’ho pensata. L’ho rimossa. L’ho attesa. È arrivata.  Un cono di luce illumina un uomo disteso in un letto d’ospedale. Dobbiamo darci un tono di immortalità…

Prose

Diverso

Mi sento un verme quando vedo i fiori passare di mano da una donna a un uomo, è uno schiaffo che mi cava dalla gola annodata tristi ricordi. E di…

Prose

Fine

Quando ero bambina mi piaceva andare a scuola, collezionavo regali per la tua festa che non ti ho mai dato. Tu non c’eri. Non ci sei. A chi mi chiede…

Prose

L’epoca sintetica

Lo scambio equivalente è una legge alchemica, vitale. Allo scambio non ci si può sottrarre, ogni conquista comporta una perdita, ogni strada percorsa una parallela dimenticata. Anche ciò che non…

Prose

Il bagno esterno

Ricordo ancora la data: giovedì, primo Marzo, anno  duemiladiciotto. Avevo tredici anni. Claudia, mia madre, stava  guardando la tivù. Era nota in tutto il quartiere: l’unica  prostituta a domicilio nel…

Prose

Perturbazione

Chi sono io? Sono il centro di questo penoso spettacolo: pessima attrice, cantante muta, musicista senza mani, danzatrice dalle gambe rotte. Il desiderio limitato dall’incompletezza, la passione soffocata dall’incapacità. Sono…

Prose

I mangiatori di Loto

La penisola dei Lotofagi, anche chiamata Italia, è una nazione situata al centro-sud dell’Europa. L’etimologia del nome è da ricercarsi in una caratteristica quanto mai peculiare dei nativi, che, con…

Prose

Breve divagazione sul nulla

Impossibile scrivere del nulla senza imbattersi nel suo opposto. Il rischio che qualcosa intervenga a corrompere l’incontaminata uniformità del nulla è sempre in agguato. Si potrebbe tacere forse. Ma tacere…

Prose

Prima dell’alba

C’è solo il rumore che arriva da un televisore acceso. È il dialogo di un film, ma non riesci a comprendere cosa dicano. Sai per certo che quelle parole provengono…